All’open hearing promosso da Adm, Lama (Confesercenti Amusement) auspica condivisione con il settore per la costruzione delle nuove regole del puro intrattenimento.

“Questa apertura e voglia di collaborare è sulla linea di quanto abbiamo sempre auspicato
La nostra filiera è fatta da famiglie e imprenditori che svolgono il proprio business verso altre famiglie, i principali frequentatori dei Fec (centri di intrattenimento per famiglie, Ndr).
Siamo i primi a volere delle regole corrette”.

Lo assicura Alessandro Lama, presidente di Confesercenti Amusement, nel suo intervento all’open hearing “Amusement- Nuove regole tecniche”, promosso dall’Agenzia delle dogane e dei monopoli oggi, giovedì 26 novembre.

“Vogliamo stimolare i giovani, le famiglie a divertirsi, e non a bloccarsi davanti a un videogioco a casa.
È un impegno importante, stiamo portando avanti un progetto con l’Università di Roma 3 – insieme con Sapar, New Asgi – che ha già definito che non esistono studi al mondo che dimostrano casi di dipendenza patologica collegati all’amusement, e i risultati definitivi saranno pronto a marzo 2021.
La strada è quella della collaborazione: siamo disponibili a costruire insieme a voi le regole del mercato”.

Stralcio: GiocoNews.it

Please follow and like us:
error